ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: dopo la strage di Kunduz scoppia la polemica politica

Lettura in corso:

Germania: dopo la strage di Kunduz scoppia la polemica politica

Dimensioni di testo Aa Aa

La polemica sul raid aereo Nato in Afghanistan è particolarmente accesa in Germania, visto che la strage è avvenuta nella zona controllata dal contingente tedesco e che è stato un ufficiale tedesco a richiedere l’intervento dell’aviazione Nato contro i Taleban. Tra tre settimane nel paese si vota e il cancelliere Angela Merkel si ritrova sulla difensiva. Basta guardare le prime pagine dei quotidiani di oggi. Lo choc è forte. E l’esposizione al rischio giudicata troppo alta. Secondo un recente sondaggio il 61% dei tedeschi vorrebbe il ritiro delle truppe dal fronte afghano dove imporre la pace ormai equivale a fare la guerra.

La grande coalizione è spaccata. Il ministro della difesa Jung ha difeso l’operato della Bundeswer raccogliendo le critiche del ministro degli esteri Steinmeier. L’opposizione di sinistra, già in campagna elettorale attacca: “La condotta del governo è inaccettabile – spiega Claudia Roth esponente di primo piano dei Grunen -la Nato stessa non ha risparmiato le sue critiche. L’intero impianto della missione va rimesso in discussione” La Germania è presente in Afghanistan con piu di 4200 uomini il contingente piu numeroso dopo l’americano e il britannico. Il tributo già pagato è pesante: 35 morti e oggi altri 4 militari sono rimasti feriti in un attacco suicida