ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: prima vittima delle alghe verdi

Lettura in corso:

Francia: prima vittima delle alghe verdi

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ scattato l’allarme. L’invasione di alghe tossiche lungo le coste della Manica, in Normandia e Bretagna in particolare, rappresenta un pericolo e puo’ anche rivelarsi mortale. I medici hanno confermato che la morte di un camionista che aveva appena caricato alcune tonnellate di alghe per portarle in un area di stoccaggio è dovuta alle esalazioni di acido solfidrico presente nelle alghe in putrefazione. Gli ecologisti protestano. Il camionista è stato stroncato da un infarto lo scorso 22 luglio ma la notizia è stata diffusa solo adesso. Secondo le analisi effettuate dall’Istituto nazionale francese dell’ambiente e dei rischi le quantità di acido solfidrico presenti nei campioni di alghe verdi sfiorano le 1000 parti per milione. Una cifra altissima se si pensa che a 1700 parti si puo’ morire nel giro di un minuto. “L’acido solfidrico – spiega un medico del CNRS – è un veleno che attacca le vie respiratorie impedisce alle cellule di rifornirsi di ossigeno”

Il primo ministro Fillon ad agosto aveva promesso che lo Stato si sarebbe fatto carico della pulizia delle spiagge deturbate dalle alghe verdi prodotte dai concimi chimici utilizzati in agricoltura