ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuovi disordini nello Xinjiang

Lettura in corso:

Nuovi disordini nello Xinjiang

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo Xinjiang di nuovo teatro di violenze. Migliaia di cittadini cinesi hanno protestato contro le autorità della regione cinese nordoccidentale. Le accusano di non proteggerli dagli attacchi di quelli che definiscono terroristi, appartenenti all’etnia locale degli uighuri, turcofona e di religione islamica.

Ancora una volta è stata la capitale, Urumqui, al centro della manifestazioni, pacifiche secondo alcuni testimoni, segnate dall’intervento con la forza da parte della polizia, secondo altri. Altri ancora hanno parlato di attacchi di cinesi contro gli uighuri sospettati di avere condotto aggressioni con siringhe negli ultimi giorni. A inizio luglio uighuri e cinesi si sono scontrati nella capitale, quasi duecento persone, in gran parte cinesi, sono morte. La Cina si accinge a celebrare il sessantesimo anniversario della Repubblica Popolare, il primo ottobre.