ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso al Megrahi, pubblicati i documenti

Lettura in corso:

Caso al Megrahi, pubblicati i documenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Per fugare ogni dubbio sui reali motivi della liberazione di Abdel Basset al Megrahi, il Foreign Office ha reso pubbliche le lettere intercorse tra Londra e Glasgow, in cui si conferma che l’agente libico condannato per la strage di Lockerbie è stato scarcerato per motivi umanitari. Se fosse morto in una prigione scozzese, i rapporti diplomatici con la Libia sarebbero stati irrimediabilmente compromessi. Il premier britannico Gordon Brown aveva parlato del caso col colonnello Gheddafi specificando che la decisione finale sulla liberazione di al Megrahi spettava esclusivamente al governo scozzese.

“Il governo britannico e il premier debbono rispondere dell’accusa di doppio gioco – dice il leader dell’opposizione conservatrice David Cameron -. Agli americani hanno detto di volere che al Megrahi morisse in prigione, ai libici, in privato, hanno detto di volerlo libero. Dobbiamo arrivare fino in fondo, il primo ministro deve dire la verità ai cittadini britannici”. A Glasgow si terrà oggi un nuovo dibattito parlamentare sul caso al Megrahi: la liberazione dell’agente malato di cancro in fase terminale potrebbe produrre gravi conseguenze politiche.