ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Barrot ignora le critiche di Berlusconi

Lettura in corso:

Barrot ignora le critiche di Berlusconi

Dimensioni di testo Aa Aa

“La commissione ha richiesto informazioni alle autorità maltesi e italiane riguardo alla notizia di una barca che ha fatto ritorno in Libia lunedì”. E’ questa la frase del portavoce per le politiche regionali della Commissione, Dennis Abbott, che ha suscitato le proteste di Silvio Berlusconi, facendo scoppiare l’ennesima polemica tra Roma e Bruxelles.

Il premier era a Danzica per la celebrazione del 70 esimo anniversario dell’inizio della Seconda guerra mondiale. “Non daremo più il nostro voto – ha detto – ove non si determini che nessun commissario e nessun portavoce di commissario possa intervenire più pubblicamente su alcun tema”. Il portavoce in questione si è dimostrato stupito della reazione di Berlusconi, ed ha sottolineato che chiedere informazioni ai paesi membri non è una critica o un attacco, ma una procedura normale. “Siamo nel nostro diritto – ha dichiarato il commissario Jacques Barrot – e il nostro amico portavoce stava semplicemente informando i giornalisti. Credo che su questo piano non valga la pena di dare spazio a dichiarazioni che mi sembrano non avere alcun motivo di essere”. Barrot sostiene che si possano respingere gli immigrati illegali, ma che si debba offrire una possibilità ai rifugiati di chiedere asilo. Di qui la domanda sullo status dei migranti respinti in Libia.