ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Putin in Polonia per i 70 anni dallo scoppio della II guerra mondiale

Lettura in corso:

Putin in Polonia per i 70 anni dallo scoppio della II guerra mondiale

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro russo Vladimir Putin è giunto ieri sera a Danzica, in Polonia, per partecipare alle cerimonie ufficiali per il 70. anniversario dello scoppio della Seconda guerra mondiale.

Al suo omologo polacco Donald Tusk, il leader del Cremlino ha ribadito l’idea di voltare pagina nei rapporti tra Mosca e Varsavia, a lungo segnati dalle polemiche sul patto Molotov-Ribbentropp, che aprì la strada alla spartizione della Polonia. “Tenendo conto di tutte le sfumature della storia, conoscendo gli obiettivi di tutte le parti del conflitto, senza imporre punti di vista, è necessario guardare dall’alto i problemi del passato. Dobbiamo camminare insieme verso il futuro”. La commemorazione delle vittime della guerra non ha però messo in secondo piano l’attualità. La prospettiva di un nuovo inizio tra Russia e Polonia infatti investe anche i rapporti bilaterali attuali, resi difficili dai contrasti sullo scudo antimissile statunitense o dalle questioni di approvvigionamento energetico. “Il ricordo di oggi” ha detto il premier polacco Tusk, “non deve essere usato contro nessuno, ma dovrà servire come monito, giacché chi dimentica o falsifica la storia finisce per condurre a nuovi disastri”. In un articolo uscito ieri in Russia Putin aveva definito immorale il patto di non aggressione tra Stalin e Hitler, spiegandolo però con l’accondiscendenza iniziale di Francia e Gran Bretagna nei confronti del nazismo.