ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Commemorato a Praga il treno che nel 1939 salvò 669 bambini ebrei

Lettura in corso:

Commemorato a Praga il treno che nel 1939 salvò 669 bambini ebrei

Dimensioni di testo Aa Aa

Un treno verso la salvezza, quello che nel 1939 permise a 669 bambini ebrei di scampare alla furia nazista, e trovare rifugio a Londra. A organizzarlo fu l’inglese Nicholas Winton, che in quegli anni si trovava a Praga, impegnato accanto alle migliaia di rifugiati che lo scoppio della guerra cominciava a produrre.

La storia di questo Schindler britannico rimase sconosciuta per cinquanta anni, e per tutto questo tempo molti dei bambini scampati all’olocausto, come Ruth Hallova, non hanno saputo chi abbia loro salvato la vita. “Non avevamo paura”, dice l’anziana donna, “anzi ci sentivamo fortunati di essere lì. E’ straordinario che dopo 70 anni sia nelle condizioni fisiche di rifare quel tragitto”. Il treno oggi ripercorre quel cammino di 70 anni fa, quasi come un monito a non dimenticare. Adesso Nicholas Winton ha raggiunto la soglia dei cento anni di età, e vive in Gran Bretagna. Più volte decorato dalla regina Elisabetta e dalla Repubblica Ceca, è stato in passato anche candidato al premio Nobel per la pace, in seguito ad un appello firmato da 32.000 studenti europei.