ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cinque anni fa l'assedio di Beslan, ancora molti i punti oscuri

Lettura in corso:

Cinque anni fa l'assedio di Beslan, ancora molti i punti oscuri

Dimensioni di testo Aa Aa

Beslan, Ossezia del nord, scuola numero uno: cinque anni dopo il ricordo dell’assedio che si concluse con la strage dei bambini. I sopravvissuti e i familiari delle vittime si sono raccolti nella palestra dell’istituto.

Il primo settembre 2004 un commando di separatisti pro-ceceni sequestrò un migliaio di persone, tra alunni professori e genitori nel primo giorno di scuola. Due giorni dopo l’intervento delle teste di cuoio russe mette fine all’assedio, ma questo resta uno dei punti più oscuri. L’inchiesta giudiziaria non è stata portata a termine. Secondo le famiglie furono gli spari delle forze inviate da Mosca provocare gli incendi all’interno dell’edificio innescando la carneficina. Morirono oltre 300 persone, in gran parte bambini. Mentre Beslan piange le sue vittime in Russia non non sono previste commemorazioni, il presidente Medvedev nel suo discorso per la riapertura dell’anno scolastico non ha fatto nessun riferimento alla tragedia, quasi del tutto assente dai giornali del Paese.