ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Francia sferra una nuova offensiva contro il segreto bancario svizzero

Lettura in corso:

La Francia sferra una nuova offensiva contro il segreto bancario svizzero

Dimensioni di testo Aa Aa

Per gli svizzeri l’offensiva contro il segreto bancario assomiglia sempre piu’ ad un assedio. La leggendaria e rassicurante riservatezza degli istituti di credito elvetici già segnata dalla recente capitolazione del colosso UBS di fronte alle minacce del fisco statunitense ha subito un nuovo colpo. La Francia oggi ha annunciato di essere entrata in possesso dei nominativi di circa 3 mila contribuenti detentori di conti nelle banche elvetiche.

Per l’avvocato fiscalista Didier Barsus potrebbe anche trattarsi di un bluff. “Tecnicamente – spiega – l’amministrazione francese non puo aver accesso a questo tipo di informazioni. Gli accordi esistenti non lo prevedono”. Il ministro del bilancio francese Eric Woerth sui dettagli dell’operazione è stato abbastanza evasivo. “Abbiamo ricevuto i dati spontaneamente da tre banche svizzere” ha spiegato aggiungendo che i possessori di conti nei paesi dove il sistema fiscale è piu attrattivo che in Francia avranno tempo fino al 31 dicembre per regolarizzarsi facendo rientrare in patria i capitali “Il segreto bancario viene rimesso in discussione in modo repentino e brutale. Nel bene e nel male faceva comunque parte del nostro patrimonio genetico” “Abbiamo sempre pensato che in Svizzera i soldi avevano un rifugio sicuro. Oggi ci rendiamo conto che cosi non è”. Tra i passanti a Ginevra si respira sconcerto. Dopo il G20 di Londra la Svizzera aveva deciso di lanciare un operazione trasparenza pe uscire dalla lista grigia dei paradisi fiscali. Ma molti paesi chiedono che Berna faccia di piu e piu in fretta. Senza preoccuparsi troppo della diplomazia.