ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

John, Bob e Ted Kennedy, riuniti al cimitero di Arlington

Lettura in corso:

John, Bob e Ted Kennedy, riuniti al cimitero di Arlington

Dimensioni di testo Aa Aa

Era l’ultimo difensore dell’epoca di Camelot. Ora Ted Kennedy riposa accanto a suo fratello John Fitzgerald, il Re Artù dei tempi moderni che gli Stati Uniti ricordano con una fiamma perpetua nel cimitero militare di Arlington. Nella stessa terra riposa anche Robert, assassinato nel 1968, 5 anni dopo Jfk.

Alla cerimonia di sepoltura vicino a Washington hanno partecipato solo la famiglia e una ristretta cerchia di amici del senatore democratico, morto martedì notte all’età di 77 anni. L’archivescovo di Washington Mc Carrick ha colto l’occasione per sottolineare la fede di quello che era un cattolico convinto. Ha letto la risposta di Papa Benedetto XVI alla lettera che Ted Kennedy aveva inviato al Santo Padre quando era certo che il cancro al cervello non gli lasciava molto da vivere. Lettera consegnata al Papa dal Presidente Barack Obama in persona. Ed era stato Kennedy ha richiedere che Obama prendesse la parola durante i suoi funerali. Il Capo della Casa Bianca ha tessuto l’elogio di un uomo cui si sentiva molto vicino. E che gli mancherà anche per ragioni pragmatiche, mentre conduce la battaglia per la riforma del sistema sanitario in cui tanti Presidenti hanno fallito e di cui Kennedy era strenuo sostenitore. “Era il simbolo di un’epoca in cui la nobiltà della politica impediva che le differenze di partito e d’ideologia divenissero barriere alla collaborazione e al rispetto reciproco” ha detto Obama. “Un’epoca in cui i nemici politici guardavano l’uno all’altro come a dei patrioti. Così Ted Kennedy è stato il più grande legislatore dei nostri tempi”. Un appello ad un approccio bipartisan i cui veri effetti andranno testati una volta tornati nell’arena politica, finito il lutto nazionale.