ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si allarga l'inchiesta sui rapitori di Jaycee, schiava per 18 anni

Lettura in corso:

Si allarga l'inchiesta sui rapitori di Jaycee, schiava per 18 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Si dichiarano non colpevoli Phillip Garrido e sua moglie Nancy, accusati di essere i rapitori e gli aguzzini per 18 anni di Jaycee Dugard.

Nei pochi minuti durante i quali sono comparsi davanti al tribunale di El Dorado, in California, i due non hanno aperto bocca, lasciando la parola all’avvocato. Su di loro pendono 28 capi d’accusa tra cui sequestro di persona e violenza sessuale su minori. La vicenda che sconvolge l’America e ricorda la cronaca recente in Austria è ancora tutta da chiarire. Rapita nel 1991 quando aveva 11 anni, Jaycee sarebbe sempre rimasta nel giardino della famiglia Garrido, in un dedalo di tende e baracche. Dal suo rapitore ha avuto due figli, il primo quando aveva 14 anni. “Averla ritrovata non è un risultato soddisfacente” ammette il capo della polizia locale. “Avremmo potuto approfondire l’inchiesta, fare altri sopralluoghi”. Il mea culpa si riferisce al 2006 quando, su segnalazione di vicini insospettiti dai movimenti nel cortile, gli agenti avevano visitato la casa, senza però perquisire il giardino. Phillip Garrido era stato condannato nel 1971 per sequestro e stupro. Ora la polizia indaga sul suo possibile coinvolgimento nell’omicidio di 10 prostitute, negli anni Novanta. La sua abitazione è a meno di 200 chilometri da quella di Jaycee, rapita mentre aspettava l’autobus alla fermata.