ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: Jaycee liberata dopo 18 anni di sequestro e violenze


USA

Usa: Jaycee liberata dopo 18 anni di sequestro e violenze

Era stata rapita a undici anni, ritrova la libertà ora, 18 anni dopo.

Jaycee Dugard è stata sequestrata, violentata, ha avuto due figlie durante la sua lunga prigionia. Il primo parto a 14 anni. La polizia della California ha smascherato il suo rapitore per caso, lo ha fermato mentre distribuiva volantini religiosi al Campus di Berkeley, a San Francisco. Il portavoce della polizia era comosso quando ha potuto annunciare che che “Jaycee è stata ritrovata, è viva”. La bambina era stata rapita nel ’91 ad una fermata dell’autobus, poco lontano da casa, da una coppia: Philip Garrido, oggi 58 enne e la moglie Nancy, oggi 54 enne. I due sono passati in auto, una berlina grigia, che la polizia ha cercato per anni, hanno afferrato la bambina e l’hanno portata via, a casa loro, a 160 chilometri di distanza. Un anno dopo il rapimento, la madre della bambina Terry Dugard si chiedeva il perchè di tutto questo. Il marito della madre, Carl Probyn, per anni è stato il sospetto numero uno. La bambina è stata portata via praticamente sotto i suoi occhi: “Ho sempre detto che c’erano un uomo e una donna in macchina. Ho visto una donna bruna seduta nel sedile del passeggero. E adesso voglio sapere. Mi sono fatto domande per anni. Vorrei sapere soprattutto a che distanza ero io dalla macchina”. Con la complicità della moglie, Garrido ha tenuto tutti questi anni la ragazza nascosta in un labirinto di tende e baracche insonorizzate nel cortile dietro casa. Anche la berlina grigia è stata ritrovata. Domani saranno formulati ufficialmente i capi di imputazione a carico della coppia, che ha comunque già confessato.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Berlusconi querela "La Repubblica", nel mirino anche la stampa estera