ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ted Kennedy, senatore d'eccezione

Lettura in corso:

Ted Kennedy, senatore d'eccezione

Dimensioni di testo Aa Aa

Al giuramento di Barack Obama Ted Kennedy non sarebbe mancato per nulla al mondo: sfidando il freddo glaciale e il parere contrario dei medici aveva assistito a un evento eccezionale nella storia americana.

Eccezionale anche la sua carriera politica, a cominciare dalla longevità: per quasi mezzo secolo è stato senatore, tessendo alleanze ritenute impossibili, come stava facendo prima di morire, nel tentativo di raccogliere consensi alla riforma sanitaria voluta da Obama. Alla morte del fratello Robert, nel 1968, la sua candidatura alla presidenza è data per scontata, ma il dramma di Chappaquiddick, mai del tutto chiarito, in cui muore la donna in auto con lui, la giovane segretaria, e lui si salva, ne mette in dubbio l’integrità. L’incidente peserà a lungo sulla sua carriera politica. Anche la sconfitta alle primarie democratiche dell’80, vinte da Jimmy Carter, conferma la sua vocazione di senatore: è alla Camera alta del Campidoglio che Ted Kennedy avrà dato il meglio di sé.