ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Spente le fiamme, in Grecia divampano le polemiche


Grecia

Spente le fiamme, in Grecia divampano le polemiche

Quattro giorni di incendi hanno mandato in fumo più di 20 mila ettari di foreste e terreni agricoli a nord-est di Atene, costringendo migliaia di persone ad abbandonare le loro case.

Stampa, opposizione e semplici cittadini attaccano il governo, che – dicono – non ha imparato nessuna lezione dai roghi di due anni fa, che fecero 77 morti. “Il villaggio è rimasto senz’acqua, non c’era acqua per spegnere il fuoco nelle nostre case, questo è un grave errore, non trovate?”, denuncia un residente dell’Attica, la regione più devastata. Il governo, dal canto suo, ha annunciato un piano per la ricostruzione, stanziando fondi per i proprietari delle case distrutte, per gli agricoltori e per le prefetture e i comuni. Il portavoce Evangelos Antonaros ha detto: “La nostra posizione è chiara, dovunque sia stata bruciata una foresta, quel luogo tornerà a essere una foresta, e non tollereremo nessuna eccezione a questo principio”. Il ministero dell’ambiente ha calcolato che le case danneggiate sono circa 150. Ma – ha promesso Atene – neanche un euro andrà alle abitazioni abusive.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Lo spettro della speculazione edilizia dietro i roghi in Grecia.