ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scompare il nume tutelare degli sciiti iracheni, Abdul Aziz al-Hakim

Lettura in corso:

Scompare il nume tutelare degli sciiti iracheni, Abdul Aziz al-Hakim

Dimensioni di testo Aa Aa

È morto Abdul Aziz al-Hakim, leader sciita di primo piano in Iraq. Era da tempo malato di cancro.

La sua morte rende ancora più incerta la situazione politica nel Paese, dilaniato da continui attentati, e dove a gennaio si tornerà alle urne. Hakim, nato nel 1950, era ricoverato in Iran. Ha guidato il Consiglio supremo islamico iracheno dal 2003, dopo la scomparsa del fratello ucciso in un attentato. Il suo prestigio presso la popolazione è dovuto anche alle persecuzioni subite da parte del regime sunnita di Saddam Hussein. “La sua scomparsa influirà sul processo politico – dice un iracheno -. Vogliamo dei politici capaci di costruire un ponte per unificare il nostro paese”. “Siamo dispiaciuti per la morte di Abdulaziz al-Hakim. Sopratutto in questo momento così difficile per il nostro paese”, spiega un altro. Legato a doppio filo alla Repubblica islamica iraniana, Hakim vantava buoni contatti politici anche con gli Stati Uniti. Il suo Supremo consiglio islamico iracheno, principale formazione sciita del Paese, prima è stato alleato dell’attuale governo di Nuri al Maliki, poi è diventato sempre più suo antagonista.