ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo spettro della speculazione edilizia dietro i roghi in Grecia.

Lettura in corso:

Lo spettro della speculazione edilizia dietro i roghi in Grecia.

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre non si conosce ancora la reale entità dei danni degli incidenti in Grecia, c‘è già chi si prepara a fare affari, piu’ o meno leciti, nelle aree devastate dalle fiamme, specie nella regione dell’Attica. E’ la lobby degli imprenditori edili, che spente si preparano per i lavori:

“ Basta sapere quando c‘è un incendio. Spente le fiamme si va sul posto a vedere com‘é la zona dopo che le fiamme hanno bruciato tutto il verde”. Dietro ai devastanti roghi serpeggia l’ombra della speculazione edilizia. Nella regione dell’Attica le fiamme hanno distrutto circa 213 milioni di metri quadrati di terreno, una vastissima area ora a disposizione della lobby degli imprenditori edili per la costruzione di nuovi edifici. Mentre il governo assicura niente speculazioni l’opposizione socialista attacca e si dice preoccupata . “ Non abbiamo mai visto demolizione le centinaia di costruzioni illegali, fa notare un deputato del Pasok”. Ci sono case abusive sparse un po’ ovunque in tutta la Grecia. “Si tratta di migliaia di ettari di terra dal valore inestimabile. Una vastissima zona dove prima c’erano foreste e coltivazioni e ora si possono costruire centinaia di case”. Gran parte delle aree distutte dal fuoco erano boschi e uliveti situati in zone protette, terreno che difficilmente tornerà ad essere coltivabile.