ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lockerbie, gli Stati Uniti boicottano i prodotti "Made in Scotland"

Lettura in corso:

Lockerbie, gli Stati Uniti boicottano i prodotti "Made in Scotland"

Dimensioni di testo Aa Aa

Riunione d’urgenza del Parlamento scozzese per discutere delle polemiche internazionali seguite alla liberazione del terroristi condannato per la strage aerea di Lockerbie. Il ministro della giustizia scozzese ha spiegato che la decisione è stata presa in accordo con la legge locale che prevede la liberazione dei detenuti in fin di vita.

Dagli Stati Uniti sono partiti gli appelli al boicottaggio dei prodotti scozzesi e del turismo verso la Scozia. Anche su internet sono stati creati negli ultimi giorni dei siti per coordinare le proteste. Il terrorista libico Abdelbaset al-Megrahi, condannato nel 2001 all’ergastolo per l’esplosione di un aereo della Pan Am nei cieli sopra Lockerbie, in Scozia, è stato liberato giovedì perché malato di cancro in fase terminale. Al suo ritorno a Tripoli è stato accolto come un eroe dalla popolazione e dal regime di Muammar Gheddafi. Sono state proprio questo tipo di manifestazioni davanti agli obiettivi delle telecamere ad aver indignato gli Stati Uniti. Il presidente Barack Obama ha definito la decisione scozzese opinabile. Al Megrahi ha fatto sapere anche di aver intenzione di pubblicare un libro nel quale proverà la sua innocenza. È stata intanto confermata la visita domenica a Tripoli del primo ministro italiano Silvio Berlusconi.