ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lockerbie. Gheddafi incontra Al Megrahi

Lettura in corso:

Lockerbie. Gheddafi incontra Al Megrahi

Dimensioni di testo Aa Aa

Incurante delle critiche, il leader libico Gheddafi ha incontrato Abdelbaset Al Megrahi. Il Colonnello ha salutato il coraggio della Scozia che, ha detto Gheddafi, autorizzando la scarcerazione dell’ex agente libico condannato per l’attentato di Lockerbie, ha avuto il coraggio di resistere alle pressioni.

Per Seif Al Islam, il figlio di Gheddafi che lo ha accolto al suo arrivo a Tripoli, la sorte di Al Megrahi si è giocata sul’onda di accordi commerciali stipulati in passato con il governo britannico. Downing street ha smentito. Finora è stato detto che l’uomo, all’ergastolo per la morte, nell’88, di 270 passeggeri di un volo della Pan Am, è stato liberato perché malato terminale. Per il regime libico il rimpatrio di Al Megrahi è una vittoria piena, un altro segnale, dopo la stretta di mano fra Gheddafi e Obama al G8 dell’Aquila, del pieno reintegro di Tripoli nella comunità internazionale dopo anni di accuse di terrorismo. Al Megrahi ha detto che nei mesi che gli restano da vivere fornirà le prove della propria innocenza riguardo al disastro aereo di Lockerbie.