ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Ramadan inizia tra crisi, violenze e offerte commerciali

Lettura in corso:

Il Ramadan inizia tra crisi, violenze e offerte commerciali

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il mese sacro del digiuno e della carità. Ma in Pakistan il Ramadan inizia quest’anno nel segno della crisi: l’inflazione alle stelle rende difficile preparare l’“iftar” il pasto che ogni sera al calar del sole spezza il digiuno.

“E’ il mese del Ramadan – racconta Fatima Bai, una casalinga al mercato di Islamabad – dobbiamo digiunare, ma poi cosa potremo mangiare? Forse dovremmo accontentarci di comprare qualcosa, ma per ora non ho preso nulla. Tutto sembra troppo caro”. In Iraq, a Baghdad, il mercato di Shurja, antico di più di 400 anni, per tradizione richiama i fedeli che fanno provviste per il mese sacro. Ma dopo i quasi cento morti di mercoledì il clima è teso. “La richiesta di generi alimentari è buona – spiega un negoziante – ma non c‘è molta gente, gli attentati di mercoledì hanno fatto molta paura.” Calcolato sulle fasi lunari, il Ramadan comincia domani per gran parte del mondo musulmano. In Italia è iniziato oggi. In Francia, la grande distribuzione ha visto nel quinto pilastro dell’Islam un’occasione commerciale, e ha lanciato prodotti ad hoc per 5 milioni di consumatori musulmani.