ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli afghani alle urne nonostante le minacce di attentati

Lettura in corso:

Gli afghani alle urne nonostante le minacce di attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale soddisfatta per lo svolgimento delle elezioni presidenziali e provinciali in Afghanistan. Un successo secondo il presidente Barack Obama perché gli afghani si sono recati alle urne nonostante le minacce di violenze e di attentati espresse alla vigilie dai Taleban.

Anche se la partecipazione sembra essere inferiore a quella di cinque anni fa in molti hanno elogiato il coraggio del popolo afghano che da 30 anni è obbligato a convivere con la violenza. I risultati non saranno resi noti prima di due settimane ma sembra certo che al primo posto arriverà l’attuale presidente Hamid Karzai. Resta solo da sapere se la sua sarà una vittoria al primo turno o ci sarà bisogno di andare al ballottagio agli inizi di ottobre. Il più accreditato per arrivare al secondo turno è il ministro degli esteri Abdullah Abdullah che ha detto che nonostante qualche interferenza da parte di membri del governo il voto dovrebbe rispecchiare la volontà degli elettori. Secondo fonti ufficiali nella giornata elettorale ci sono stati 135 attacchi e sono stati uccisi in attentati 9 civili e 17 agenti delle forze dell’ordine.