ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama: "La vittoria in Afghanistan non sarà né rapida né facile"

Lettura in corso:

Obama: "La vittoria in Afghanistan non sarà né rapida né facile"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’America vincerà. Non sarà una vittoria né rapida né facile, ma vincerà. Così Barack Obama ha cercato di convincere gli americani della necessità dell’intervento in Afghanistan, non a caso poco prima delle elezioni di giovedì, un test importante per le truppe della Nato, e in particolare per quelle di Washington.

“La ribellione in Afghanistan – ha detto il presidente Usa – non è nata da un giorno all’altro, e noi non la sconfiggeremo da un giorno all’altro. Non sarà né rapido, né facile. Ma non dobbiamo mai dimenticare che questa guerra non è stata fatta per scelta, questa è una guerra necessaria. Coloro che hanno attaccato l’America l’11 settembre intendono farlo di nuovo. Se lasciata senza controllo, la ribellione taleban rappresenterà un rifugio ancora più vasto da dove Al Qaida pianificherà l’uccisione di altri americani”. Con il dispiegamento di 21 mila soldati supplementari i militari Usa di stanza in Afghanistan saliranno a 68 mila entro la fine dell’anno. Ma con il numero crescente di vittime nelle file americane, l’opinione pubblica è ormai sempre più contraria alla guerra contro i taleban.