ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riapre la frontiera, ma la Corea del Nord minaccia

Lettura in corso:

Riapre la frontiera, ma la Corea del Nord minaccia

Dimensioni di testo Aa Aa

Riapre la frontiera tra le due Coree, permettendo alle famiglie divise di riunirsi, dopo un anno di divieti a causa delle tensioni internazionali dovute alle minacce nucleari di Pyongyang. L’accordo raggiunto tra le due capitali prevede anche l’accesso ad alcune località turistiche della Corea del Nord, come il monte Kumgang, inaccessibile dall’anno scorso dopo che una guardia aveva ucciso una turista sudcoreana. Levate anche le restrizioni nella zona industriale di Kaesong, località del nord utilizzata da grandi imprese del sud, come la Hyundai, per la produzione industriale. Ma l’intesa per la riapertura della frontiera era stata appena annunciata che Pyongyang ha lanciato una dura minaccia di rappresaglia contro il sud, senza escludere l’uso di armi nucleari. Motivo, le esercitazioni militari avviate da Seul con la partecipazione di 10 mila soldati statunitensi. Le manovre, chiamate “Ulchi Freedom Guardian”, erano previste da tempo e servono per testare la capacità del sud di reagire a un eventuale attacco.