ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oltre sessanta i dispersi nell'incidente alla centrale idroelettica

Lettura in corso:

Oltre sessanta i dispersi nell'incidente alla centrale idroelettica

Dimensioni di testo Aa Aa

Si cercano i dispersi in seguito all’incidente avvenuto nella principale centrale idroelettrica della Russia. Almeno otto persone sono morte, una decina risultano ferite e all’appello mancano più di sessanta persone. Nei sotterranei è stato trovato un superstite, in stato di choc. Quella di Sayano-Shushenskaya, in Khakassia, Siberia orientale, è la quarta centrale più grande al mondo, si trova a circa tremila chilometri a Est di Mosca.
 
“Non c‘è e non c‘è stato alcun rischio di distruzione della centrale – ha spiegato il Ministro delle Situazioni di emergenza Sergei Shoigu -. C‘è stata un’esplosione nella seconda unità. In conseguenza di ciò la turbina è stata danneggiata. L’acqua ha inondato la sala macchine. Tutte le dieci unità hanno smesso di funzionare. Il problema dell’acqua è ora sotto controllo”.
 
Tutte le vittime lavoravano nell’impianto. Le autorità hanno escluso rischi per la popolazione locale. L’incidente ha provocato anche la fuoriuscita di alcune decine di tonnellate di olio. Per contenerlo, sono state installate delle barriere. Per sostituire la turbina occorrerà da uno o due anni, mentre per il riavvio del resto della centrale sarà necessario circa un mese.