ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

20 morti nell'attentato in Inguscezia

Lettura in corso:

20 morti nell'attentato in Inguscezia

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata un’esplosione enorme, l’attentato più sanguinoso degli ultimi 5 anni in Inguscezia.

Almeno 20 i morti. 118 i feriti. Un kamikaze ha fatto esplodere un furgone nel quartier generale della polizia, nel momento in cui gli agenti erano riuniti nel cortile. E’ successo a Nazran, la città più grande della piccola repubblica russa: una regione estremamente povera, a maggioranza islamica, confinante con la Cecenia. La deflagrazione ha lasciato un cratere largo 4 metri, bruciando tutto ciò che si trovava nel cortile e danneggiando anche l’interno delle case vicine. “Non mi ricordo molto – spiega una residente – sono corsa per prendere i bambini, è stata un’esplosione forte, tutto è saltato in aria, ci siamo precipitati nella stanza sul retro, al piano terra e siamo scappati fuori da li”. Di fronte alla gravità di questo ultimo attentato il Cremlino ha deciso di rimuovere il ministro dell’interno dell’Inguscezia e di dispiegare nuovi rinforzi. Nella regione, gli attentanti si ripetono da mesi, Mosca ne imputa la responsabilità al terrorismo di matrice islamica.