ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi lancia il "piano anti-criminalità"

Lettura in corso:

Berlusconi lancia il "piano anti-criminalità"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Premier Silvio Berlusconi lancia un piano straordinario e a lungo termine contro la criminalità. Nella tradizionale conferenza stampa di Ferragosto dal Viminale, Berlusconi ha dichiarato che il progetto del governo partirà a settembre e durerà 4 anni.

“Uno stato come suo primo impegno ha quello di difendere i propri cittadini. Difenderli dagli attachi esterni, e per questo c‘è l’esercito, ci sono le forze armate; difenderli dagli attacchi interni, dalle forze del male schierando in campo l’esercito del bene”. La prima reazione dell’opposizione è di Antonio di Pietro per il quale “il male è Berlusconi e bisogna liberarsene”. Presentati anche i dati sulla sicurezza, che il governo indica tutti positivi: più controlli, meno reati, meno criminalità, più arresti. Il risultato è però che le prigioni scoppiano e il guardasigilli Alfano richiama all’ordine l’Unione europea. “Tra il 30 e il 40% dei detenuti delle nostre carceri è straniero, quindi l’Europa non puo’ chiudere gli occhi: o fa applicare i trattati esistenti o stipula nuovi trattati o ci dà le risorse necessarie per realizzare nuove carceri”. L’otto agosto era entrato in vigore il decreto sicurezza che ha legalizzato le ronde e istituito il tanto discusso reato di clandestinità con ammende da 5 a 10 mila euro.