ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Porte aperte agli Usa in sette basi colombiane

Lettura in corso:

Porte aperte agli Usa in sette basi colombiane

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha gli effetti di una bomba politica l’accordo tra Usa e Colombia che permetterà a Washington di usufruire di basi militari colombiane. L’intesa appena raggiunta dopo mesi di negoziati irrigidisce le relazioni tra Colombia, Venezuela ed Ecuador. Mentre il presidente messicano, in visita a Bogotà, si mostra più flessibile: “Considerando i principi di politica estera e sulla base degi stretti legami e dell’amiciazia che abbiamo con la Colombia, rispettiamo la libertà decisionale di ogni paese al fine di proteggere la sovranità e la sicurezza dei propri cittadini”.
  
Gli Usa potranno utilizzare fino a sette basi colombiane per attività congiunte contro narcotraffico e terrorismo. Le critiche più violente arrivano dal presidente venezuelano Hugo Chavez, per il quale l’accordo porta “venti di guerra” nella regione. Il Brasile ha chiesto garanzie sul fatto che le missioni Usa non oltrepassino i confini.
 
In Colombia sono presenti 600 soldati americani che dal 2000 hanno formato migliaia di unità locali. Con questo accordo bilaterale le truppe Usa potrebbero arrivare a 1.400. Per il presidente Alvaro Uribe la loro presenza è fondamentale per lottare contro la guerriglia e il traffico di droga.