ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oltre 500 morti a Taiwan dopo il tifone

Lettura in corso:

Oltre 500 morti a Taiwan dopo il tifone

Dimensioni di testo Aa Aa

Le parole del Presidente taiwanese Ma Ying-jeou fanno temere il peggio dopo il passaggio del tifone Morakot. Potrebbero essere oltre 500 le persone rimaste uccise, sepolte dai numerosi smottamenti e frane che hanno fatto colare tonnellate di fango su diversi villaggi, soprattutto nell’area meridionale dell’isola. Il bilancio ufficiale resta fermo a 120 vittime circa.

L’impegno della protezione civile e dell’esercito, che pure è considerato tardivo e inadeguato dalla popolazione, continua a mettere in salvo centinaia di persone rimaste bloccate soprattutto nei villaggi di montagna. Le voragini nel terrano e le strade impraticabili complicano i soccorsi. E quasi certamente almeno 380 persone ancora ufficialmente disperse sono rimaste sepolte a Hsiao Li, una cittadina del Sud del Paese. Morakot ha ucciso 21 persone nelle Filippine e 8 sulle coste orientali della Cina. Per Taiwan il suo passaggio ha provocato distruzione e morte come non se ne vedeva da 50 anni.