ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Un segno positivo per le economie di Germania e Francia


mondo

Un segno positivo per le economie di Germania e Francia

L’economia tedesca e quella francese danno segnali di ripresa. Entrambe, nel secondo trimestre del 2009, dopo un anno di continue flessioni, hanno fatto registrare un aumento del prodotto interno lordo pari allo 0.3% rispetto ai primi tre mesi dell’anno.

Sorpresa tra gli analisti che si attendevano l’ennesimo calo del dato. Un segno positivo che non deve suscitare troppo ottimismo: il settore bancario resta esposto a pesanti rischi e c‘è il timore che a settembre il numero dei disoccupati aumenti. “Attenzione – dice l’economista Marc Touati – è una ripresa tecnica, che putroppo non lascia pensare a un forte rialzo nei prossimi trimestri. C‘è chi sostiene che la crescita dell’ultimo trimestre sia un effetto tecnico dovuto al calo dell’euro, dei tassi d’interesse e ai piani di rilancio finanziari. Oggi questi effetti stanno per sparire” Se in Germania la lieve ripresa è stata sostenuta dall’aumento dei consumi pubblici e privati, e dal rilancio del settore edilizio, in Francia è stato soprattutto il mercato dell’auto a trainare l’economia, grazie a incentivi del governo e a promozioni che hanno fatto aumentere le vendite. La Banca centrale europea, pur sostenendo che la recessione mondiale potrebbe essere a una svolta, chiede ai governi un ulteriore sforzo per risanare i conti pubblici. Fondamentale inoltre, per la Bce, che gli istituti di credito continuino a sostenere le imprese.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Opel, accordo definito tra Gm e Magna