ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arctic Sea: anche la Russia si mobilita per ritrovare la nave scomparsa

Lettura in corso:

Arctic Sea: anche la Russia si mobilita per ritrovare la nave scomparsa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il mistero sulla fine dell’‘Arctic Sea è arrivato ora anche ai vertici delle leadership europee. Il cargo, battente bandiera maltese, ma con un carico finlandese e equipaggio russo è sparito da due settimane, dopo il suo passaggio nella Manica.

Il governo filandese, quello svedese e anche il presidente russo Medvedev hanno attivato tutti i mezzi a disposizione per rintracciarlo. Il cargo potrebbe essere stato attaccato dai pirati oppure sequestrato per un regolamento di conti. Ma si tratta di pure ipotesi: “Di solito – ha detto Graeme Gibbon- Brooks, esperto di servizi marittini – si tende ad associare i casi di pirateria ad aree del mondo poco sicure e povere. E non è proprio questo il caso del Baltico. Cosi’ se è vera la storia dell’attacco, diciamo che siamo di fronte a qualcosa di molto strano.” Il cargo era partito dalla Finlandia il 23 luglio diretto in Algeria. Sette giorni dopo secondo la polizia svedese era stato attaccato da uomini mascherati mentre si trovava nel mar Baltico. Il gruppo armato era stato a bordo solo una mezza giornata. “Tecnicamente parlando – ha dichiarato Mikhail Voitenko, esperto di diritto marittimo – dirottare un nave in acque europee senza lasciare tracce, non è un’azione da criminali comuni. Dietro di loro devono esserci forze molto piu’ strutturate”. Dopo l’attacco le autorità svedesi avevano avuto altri due contatti con il capitano del cargo, che si era dimostrato apparentemente tranquillo. Forse perchè ancora sotto la minaccia dei pirati. Le ultime notizie danno l’artic Sea di passaggio al largo delle coste francesi. Poi più nulla.