ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lucerna: 87esimo congresso Svizzeri all'estero

Lettura in corso:

Lucerna: 87esimo congresso Svizzeri all'estero

Dimensioni di testo Aa Aa

A Lucerna un fine settimana dedicato agli svizzeri residenti all’estero. Si è aperto venerdì mattina l’87esimo congresso a cui partecipano circa 400 rappresentanti dei cittadini elvetici che risiedono fuori dalla Confederazione, una sorta di quinto cantone.

Molti sembrano soffrire della cattiva immagine che il loro Paese ha all’estero Per Vidal Benchimol, che vive a Parigi, negli ultimi mesi, a causa dell’influenza dei media, l’immagine della Confederazione è molto cambiata, in negativo, soprattutto in merito al problema dell’evasione fiscale e delle società off-shore. I rappresentanti delle circa 680mila persone con il passaporto rossocrociato che abitano fuori dai confini svizzeri chiedono maggiore considerazione al governo centrale. E molti che non risiedono in patria sono arrabbiati con la banca UBS che ha chiuso i loro conti “UBS mi ha detto – sostiene Peter Fuchs – che per mantenere il mio conto avrei dovuto avere almeno 250 mila franchi svizzeri. L’hanno detto a me che ho un conto con loro da quando sono bambino” Il cancelliere federale Casanova intanto ha promesso che nel 2015 nove svizzeri su dieci residenti all’estero potranno votare on line.