ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I manga in primo piano al Locarno Film Festival

Lettura in corso:

I manga in primo piano al Locarno Film Festival

Dimensioni di testo Aa Aa

Un festival vario, aperto, il migliore possibile. È l’ambizione del direttore artistico del Locarno Film Festival, Frédéric Maire, che a settembre lascerà il timone della manifestazione.

390 film, di cui 180 lungometraggi, saranno in scena nella città svizzera fino al 15 agosto per questa 62a edizione del festival. 18 concorrono al Pardo d’oro, la competizione internazionale. “L’idea è di fare il miglior festival che io abbia mai fatto – ha detto Maire -, perché è l’ultimo e non ho possibilità di ricominciare. Quindi credo che abbiamo cercato di fare il festival ideale, con una grande diversità, con tantissimi film, ovviamente, ma non troppi, e soprattutto con un’enorme diversità, anche con uscite verso altri generi – la musica, il teatro… – che sono molto presenti quest’anno”. In primo piano, quest’anno, il cinema d’animazione giapponese, con la retrospettiva “Manga Impact”. I fan di anime giapponesi potranno godere della presenza di diversi nomi celebri, fra cui il maestro Hayao Myazaki. L’anno scorso al Festival di Locarno hanno assistito 180 mila visitatori.