ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legali Politkovskaia: "Riaprire l'inchiesta"

Lettura in corso:

Legali Politkovskaia: "Riaprire l'inchiesta"

Dimensioni di testo Aa Aa

Due giorni per decidere se continuare il processo o rimettere gli atti alla Procura. Il presidente del tribunale di Mosca ha aggiornato a venerdí l’udienza per l’omicidio della giornalista russa Anna Politkovkaia. A giudizio ci sono due fratelli ceceni e un poliziotto russo, gli stessi tre imputati assolti nel primo processo, annullato dalla Corte suprema per vizi procedurali.

La riapertura dell’inchiesta è stata chiesta dalla parte civile. “Questo processo non porterà ad alcuna verità perchè si basa sugli stessi elementi e coinvolge gli stessi imputati del precedente. Da questo processo non scaturirà nulla di nuovo”. Per questo l’avvocato dei familiari di Anna Politkovskaia ha chiesto la riapertura dell’inchiesta: per arrivare ai mandanti dell’omicidio e agli esecutori materiali. Una richiesta accolta dalla Pubblica accusa e accettata anche dall’avvocato difensore dei tre imputati, seppur per ragioni diverse. Il legale è convinto che i suoi assistiti non abbiano nulla a che vedere con l’omicidio della giornalista. “Non ha importanza se il processo resterà di competenza di questo tribunale o se il fascicolo ritornerà in Procura. Se i giudici saranno obiettivi, gli imputati saranno assolti”. Dal 1993 sono almeno 40 i giornalisti uccisi in Russia. Era una giornalista oltrechè un’attivista per i diritti dell’uomo anche Natalia Estemirova, uccisa il 15 luglio nel Caucaso dopo aver denunciato, per anni, gli abusi e le repressioni in Cecenia.