ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: altri 7 anni di carcere per Tarek Aziz, il braccio destro di Saddam Hussein.

Lettura in corso:

Iraq: altri 7 anni di carcere per Tarek Aziz, il braccio destro di Saddam Hussein.

Dimensioni di testo Aa Aa

Seconda sentenza per Tarek Aziz, ex vicepremier iracheno. Il tribunale speciale lo ha condannato a sette anni di carcere per il suo ruolo nella deportazione di curdi di confessione sciita negli anni ottanta. A marzo Aziz aveva ricevuto una pena di 15 anni per le sue responsabilità nell’esecuzione di 42 commercianti nel 1992.

Assieme all’ex ministro degli esteri iracheno durante la guerra del Golfo, è stato condannato il cugino di Saddam Hussein, Ali Hassan al-Majid, detto Ali’ il chimico. Anche per lui sette anni di prigione. E’ stato già condannato a morte in altri tre processi, tra cui quello per la deportazione e l’uccisione di sciiti nel 1999. Secondo la sentenza Aziz e al-Majid sono coinvolti nello spostamento forzato di curdi delle province di Kirkuk e Diyala, nella confisca dei loro beni e nel loro utilizzo come cavie per testare armi chimiche e come scudi umani durante la guerra con l’Iran.