ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chavez toglie la voce a 34 emittenti radio

Lettura in corso:

Chavez toglie la voce a 34 emittenti radio

Dimensioni di testo Aa Aa

Hugo Chavez parla di democratizzazione dei media, ma per l’opposizione, la nuova stretta sulle radio del Presidente venezuelano ha tutto il sapore della censura. Tra le proteste, il governo di Caracas ha ritirato la licenza a 34 emittenti del Paese, su circa 240 che erano state oggetto di revisione. 13 hanno già cessato le trasmissioni. “Questo provvedimento non promette nulla di buono, è un provvedimento illegale, che attacca la libertà – ha dichiarato JJ Bartolomeo dell’emittente CNB. Non è una misura legale, ma una misura politica”

Le licenze sono state ritirate poiché si era concluso il periodo di concessione oppure perché il rinnovo non era stato garantito. Questo, almeno, sostiene il ministro dei Lavori Pubblici, che è anche a capo della Commissione Nazionale delle Telecomunicazioni. “Siamo soddisfatti poiché sono le prime 34 stazioni – ha detto Diosdado Cabello. Noi, il governo nazionale, il governo rivoluzionario, abbiamo deciso di democratizzare l’universo delle radio”. Comunque sia, la decisione fa più che mai discutere, visto anche che, proprio in questi giorni al Parlamento venezuelano è in discussione la nuova normativa su giornali, radio e tv che prevede pene severe per chi diffonda notizie considerate dannose per gli interessi dello Stato.