ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: Kasparov torna a sfidare il Cremlino: manifestazione contro Medvedev. Decine gli arresti

Lettura in corso:

Russia: Kasparov torna a sfidare il Cremlino: manifestazione contro Medvedev. Decine gli arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Manifestare oggi in Russia contro il potere è cosa ardua. Ne hanno fatto le spese i militanti della coalizione “Altra Russia” di Kasparov e del partito Nazional Bolscevico che hanno sfidato il divieto di scendere in piazza per denunciare la mancanza di libertà in Russia e per chiedere le dimissioni del presidente Medvedev e del premier Putin.

“Tutta la banda di San Pietroburgo ha occupato il potere. Non ci sono più vere elezioni, non possiamo votare per chi vogliamo. E anche la nostra voce nessuno l’ascolta per questo veniamo qui”. “La domanda è: perché gli uomini al potere hanno così tanta paura della libertà di parola, di un punto di vista diverso? Guardata quanta polizia, quante forze di sicurezza ci sono. Mentre siamo qui solo per esprimere il nostro punto di vista, niente di più.” Gli arresti sono stati una quarantina su duecento manifestanti. Tra i fermati figura Eduard Limonov, leader del partito nazional-bolscevico, che è stato bloccato dalla polizia in un’altra parte della città mentre si dirigeva verso il luogo della manifestazione. Testimoni citati dall’emittente radio Eco di Mosca hanno accusato la polizia di aver picchiato i fermati dopo averli condotti sulle loro camionette.