ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Infiltrati di Al Qaeda nell'intelligence britannica

Lettura in corso:

Infiltrati di Al Qaeda nell'intelligence britannica

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una possibilità tangibile secondo il conservatore Patrick Mercer, responsabile di una commissione anti-terrorismo del parlamento di Londra.

Mercer, come riportato oggi da un quotidiano della capitale, chiede al governo di fare chiarezza sul presunto tentativo, da parte di sei sospetti, di entrare a far parte dell’MI5, i servizi segreti di sua Maestà. Secondo Mercer sei musulmani sarebbero stati allontanati dall’agenzia a causa del loro passato. Una vicenda avvenuta dopo gli attentati del sette luglio 2005, quando l’intelligence britannica cominciò a reclutare nuove leve per far fronte alla minaccia terroristica. Secondo indiscrezioni, due reclute sarebbero state allontanate perché avevano partecipato a campi di addestramento in Pakistan, mentre altri aspiranti avevano vuoti inspiegabili di mesi nei loro curricula. La commissione anti-terrorismo intende capire se tutti i sospetti siano stati individuati e allontanati.