ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nigeria, per il presidente la situazione è sotto controllo. Ieri almeno 260 i morti

Lettura in corso:

Nigeria, per il presidente la situazione è sotto controllo. Ieri almeno 260 i morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Per le autorità nigeriane è tutto finito, o quasi. Le violenze fra gli integralisti musulmani e le forze di sicurezza solo ieri hanno lasciato sul terreno almeno 260 vittime, ma l’assalto finale all’abitazione del leader dei ribelli, Mohamed Yusuf, lanciato in giornata, dovrebbe mettere fine al bagno di sangue.

È quanto ha assicurato il presidente della Nigeria, Umaru Yar’Adua, prima di partire per il Brasile. Yar’Adua ha detto che la situazione nel nord del paese è ormai sotto controllo. Le violenze sono scoppiate domenica, quando alcuni membri della setta Boko Haram, che vuole imporre la legge coranica nel paese, sono stati arrestati nello Stato di Bauchi. La rivolta si è poi estesa ad altri tre dei dodici Stati in cui la Sharia è già in vigore dal 2000. I Boko Haram, che in dialetto locale significa “l’educazione occidentale è peccato”, sono chiamati comunemente Taleban, ma non sembra abbiano rapporti con gli integralisti afgani.