ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arresti e accuse di brogli in Kirghizistan

Lettura in corso:

Arresti e accuse di brogli in Kirghizistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Una manifestazione dell’opposizione in Kirghizistan è stata repressa dalla polizia nella capitale. Un centinaio di manifestanti sono stati bloccati, e la metà di questi arrestati, mentre stavano muovendosi con bandiere al grido di “giustizia”.

È la procura di Bishkek, secondo l’agenzia russa interfax, ad aver approvato l’intervento delle forze dell’ordine, affermando che la manifestazione dell’opposizione non era stata autorizzata dalle autorità. In Khirgizistan si è votato la settimana scorsa per le presidenziali nelle quali il capo dello Stato Kurmanbek Bakiev è stato rieletto con il 76% dei voti. Lo sfidante Almazbek Atambayev, che ha preso l’8%, ha detto che l’elezione è stata falsata dai brogli. L’accusa è stata confermata dall’Ocse, secondo la quale i suoi osservatori hanno rilevato casi diffusi di voto multiplo. A prova delle proprie affermazioni l’opposizione ha rilasciato un video nel quale si vede quello che è presentato come un seggio elettorale nel quale delle persone stanno introducendo in un’urna numerose schede elettorali.