ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incendi: resta l'allarme in Corsica e Sardegna

Lettura in corso:

Incendi: resta l'allarme in Corsica e Sardegna

Dimensioni di testo Aa Aa

Sembra progressivamente rientrare l’emergenza scattata per l’ondata di incendi che ha investito l’Europa. La punta più acuta in Spagna e Italia. Ma molti focolai hanno scatenato le fiamme anche nel sud della Francia, in Corsica e in Grecia.

Nella penisola iberica gli incendi più estesi, hanno devastato almeno 17 mila ettari di boschi. Ora i principali focolai sono stati domati, ma l’intervento ha provocato la morte di sei pompieri. Cinque hanno perso la vita tra le fiamme in Catalogna e uno nella provincia di Teruel, nell’ est del paese. Uno dei punti critici è ancora la Corsica, dove già circa 5.000 ettari sono andati distrutti. Il sud dell’isola è stato colpito da una serie di vasti incendi a partire da giovedi. I pompieri sono impegnati anche stamani da un incendio che si é sviluppato nei pressi di Sartène, sempre nel sud della Corsica. Secondo le autorità locali la maggior parte dei roghi è d’origine dolosa. Nell’isola le temperature restano elevate sui 40 gradi e il vento è sostenuto.

In Sardegna gli incendi più gravi sono stati quasi tutti domati. Vi sono ancora dei focolai nel sud vicino a Dolianova e Sant’Andrea Prius. Alcuni roghi sono stati registrati anche in Sicilia e Calabria.