ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maltempo e vittime nell'Europa centro-orientale

Lettura in corso:

Maltempo e vittime nell'Europa centro-orientale

Dimensioni di testo Aa Aa

Piogge torrenziali e caldo torrido. Gli eccessi dell’estate 2009 continuano a mietere vittime. Mentre in Spagna e in Italia si muore per gli incendi, nell’Europa centrale sono almeno 9 i morti causati dal maltempo.

Il paese più colpito, la Polonia, con temporali e venti fino a 130 chilometri orari. Gli alberi caduti hanno provocato il maggior numero di vittime e di danni. La Polonia fa i conti con tetti sradicati, strade bloccate, auto distrutte, danni ai cavi dell’alta tensione. I vigili del fuoco (ne sono stati mobilitati 12 mila) hanno contato oltre 4 mila duecento interventi nelle regioni più colpite. Il maltempo si è esteso anche alla Repubblica Ceca e all’Austria. Nella Repubblica Ceca una settantacinquenne è morta colpita da un ramo, mentre un uomo è annegato nel naufragio di uno yacht in un fiume a sud di Praga. I temporali hanno causato grossi problemi ai collegamenti stradali e ferroviari. Danni pesanti all’agricoltura in Austria. La grandine ha investito 50 mila ettari di campi coltivati: si contano perdite per 65 milioni di euro, 15 milioni nella sola giornata di ieri. Le previsioni per le prossime ore indicano ancora fenomeni temporaleschi, ma in calo.