ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bakiev verso un secondo mandato. L'opposizione denuncia brogli

Lettura in corso:

Bakiev verso un secondo mandato. L'opposizione denuncia brogli

Dimensioni di testo Aa Aa

I sostenitori dell’opposizione in Kirghistan hanno manifestato per chiedere l’annullamento delle elezioni presidenziali. Circa 2 mila persone si sono date appuntamento dopo il voto nella capitale Bishkek.

Uno dei manifestanti spiega: “Siamo qui perché queste elezioni sono truccate, e noi vogliamo elezioni regolari. Vogliamo che quest’elezione presidenziale sia dichiarata illegale”. La manifestazione si è sciolta nel giro di poche ore senza incidenti. L’appello a protestare era stato lanciato da Almazbek Atambayev, il principale sfidante del presidente uscente Kurmanbek Bakiev, che ha denunciato pesanti irregolarità e brogli dopo che gli exit poll gli hanno attribuito il secondo posto, con un risultato che oscilla fra il 10 e il 13 per cento, contro il 67-70 per cento di Bakiev. Irregolarità di vario tipo che andrebbero da schede inserite nell’urna per conto di persone assenti a vere e proprie intimidazioni. La commissione elettorale centrale ha già dichiarato il voto valido. Bakiev, l’eroe della rivoluzione dei tulipani del 2005, è oggi accusato di essere tornato ai vecchi metodi del potere: corruzione, nepotismo, intimidazione dei media.