ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Porsche, si dimette il numero uno Wendelin Wiedeking

Lettura in corso:

Porsche, si dimette il numero uno Wendelin Wiedeking

Dimensioni di testo Aa Aa

Dimissioni con effetto immediato. E con un’indennità di 50 milioni di euro. Wendelin Wiedeking, numero uno di Porsche, lascia il gruppo di Stoccarda, insieme al direttore delle finanze Holger Harter. Nell’aria da giorni, la decisione è frutto di un accordo in Consiglio di vigilanza. Ufficialmente per sedare i malumori che si erano creati dopo il fallito tentativo di assumere il controllo totale di Volkswagen. I due erano infatti gli artefici della strategia che ha portato Porsche a indebitarsi per dieci miliardi di euro.

Le dimissioni fanno seguito alla decisione di far entrare il Qatar nell’azionariato e poter lanciare in tal modo un aumento di capitale di almeno cinque miliardi di euro. L’operazione dovrebbe consentire a Porsche di coprire una parte del debito e avvicinarsi quindi al progetto di creare un gruppo automobilistico integrato con Volkswagen. La posizione di Wiedeking era divenuta insostenibile, sullo sfondo della faida tra le famiglie Porsche e Piech, proprietarie al 100% del gruppo Porsche. Le sue dimissioni rischiano tuttavia di alimentare nuove polemiche a causa dell’indennità da 50 milioni di euro, metà dei quali saranno devoluti a una fondazione sociale per i dipendenti Porsche.