ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ungheria contro la legge slovacca sulla lingua

Lettura in corso:

L'Ungheria contro la legge slovacca sulla lingua

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento ungherese condanna all’unanimità la legge sulle minoranze linguistiche adottata dalla Slovacchia. La normativa, sotto accusa, sanziona, a partire dal primo settembre, l’uso in luoghi pubblici di una lingua minoritaria.

Il premier slovacco Robert Fico ha dichiarato: “Il governo slovacco non si lascerà menare per il naso e ricattare dal parlamento ungherese. Quest’ultimo non ha nulla a che vedere con noi e non può darci istruzioni. Ha superato i limiti”. Il caso è già arrivato a Strasburgo, dove è stato denunciato dall’eurodeputato sordomuto ungherese Adam Kosa. Alcune sanzioni previste dalla legge slovacca, sottolineano i partiti ungheresi, contrastano con le norme europee sulle minoranze etniche. La Slovacchia fino al 1918 apparteneva alla Grande Ungheria, attualmente nel Paese vive circa mezzo milione di ungheresi. Che vedono nella nuova legge una minaccia ai loro diritti umani e all’uso della lingua materna.