ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio. Regolarizzazione caso per caso per clandestini e richiedenti asilo

Lettura in corso:

Belgio. Regolarizzazione caso per caso per clandestini e richiedenti asilo

Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo quadro per regolarizzare gli immigrati sans papiers e chi è in attesa di ottenere il diritto d’asilo. Il governo belga fresco di rimpasto ha trovato un intesa che dovrebbe mettere fine a una situazione divenuta esplosiva negli ultimi mesi con occupazioni e scioperi della fame ricorrenti.

La svolta è arrivata al termine di una riunione fiume e il segretario di stato all’integrazione ora spiega: “Abbiamo deciso di tener conto del radicamento sociale. C‘è gente che si è integrata sul territorio, che ha figli iscritti nelle nostre scuole a volte da molti anni. Queste situazioni vanno riconosciute e a questa gente va data un opportunità. E’ quello che abbiamo cercato di fare”. Il rimpasto ministeriale sembra essere servito. Da un anno l’esecutivo tentava senza successo di trovare una soluzione. Tra gli immigrati il malcontento cresceva. Il piano non prevede nessuna sanatoria ma analisi caso per caso piu’ spedite e corsie preferenziali per chi ha già lavorato nel paese e per chi ha fatto domanda d’asilo da almeno 3 anni. “Le regole di uno stato di diritto sono state ristabilite – spiega uno degli avvocati dei sans papiers – sono stati fissato criteri precisi per permettere a chi sopravviveva nell’ombra di vivere in condizioni dignitose”. Nella centralissima Place saint Lazare a Bruxelles in un palazzo occupato due mesi fa vivono 500 immigrati senza regolari documenti. Molti hanno un lavoro e ora possono sperare di veder regolarizzata la propria situazione.