ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Jemaah Islamyia dietro gli attentati

Lettura in corso:

La Jemaah Islamyia dietro gli attentati

La Jemaah Islamyia dietro gli attentati
Dimensioni di testo Aa Aa

Per l’antiterrorismo indonesiano gli attentati di Giacarta sono opera della Jemaah Islamyia. La polizia ha confermato che i due kamikaze che hanno colpito al Ritz-Carlton e al Marriott, rimasti poi uccisi, appartenevano al gruppo terroristico regionale, legato ad al Qaida. Uno di loro è già stato identificato. Sui luoghi degli agguati fiori vengono deposti per ricordare le vittime. Sono otto le persone morte nelle esplosioni avvenute venerdì all’ora di colazione.

Il doppio attentato non è ancora stato rivendicato, ma per le autorità non ci sono dubb: “Il materiale degli esplosivi che abbiamo rinvenuto sulla scena degli attentati – spiega un portavoce della polizia -è identico a quello che fu trovato a Java e che fu usato negli attacchi di Bali”. La polizia è alla caccia di Noordin Top. Originario della Malaysia, è il ricercato numero uno nel sudest asiatico, leader di una cellula dissidente della Jemaah Islamyia. Fondato nel 1993 da Abou Bakar Bachir, il gruppo è accusato di avere perpetrato numerosi attentati mortali in Indonesia, tra cui quelli di Bali che nell’ottobre del 2002 fecero 202 morti, di cui quasi la metà cittadini australiani.