ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ombra del presidente ceceno Kadyrov dietro l'omicidio di Natalia Estemirova

Lettura in corso:

L'ombra del presidente ceceno Kadyrov dietro l'omicidio di Natalia Estemirova

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale condanna duramente la morte di Natalia Estemirova, la giornalista cecena e attivista per i diritti umani assassinata in Inguscezia. I suoi sostenitori si chiedono invece chi sarà il prossimo.

Il presidente russo Medvedev, durante la sua visita in Germania, ha promesso che l’omicidio della Estemirova non resterà impunito. “ Ha sempre raccontato la verità, ha dichiarato il capo del Cremlino, diceva senza mezzi termini le cose che accadono nel nostro paese, in Russia. Faceva cose utili. I colpevoli devono pagare. Su quello che è accaduto sarà fatta chiarezza”. Le organizzazioni non governative accusano Medvedev di non impegnarsi a sufficienza per sostenere la legge e costruire una società più libera mentre al vaglio degli inquirenti ci sarebbero quattro piste. Nessun colpevole finora ma qualche sospetto. A partire dal presidente ceceno Kadyrov, l’uomo scelto da Putin per ridare stabilità alla Cecenia dopo dieci anni di guerra. Un omicidio politico sostiene la Direttrice dell’Ong Moscow Helsinki Group: “ Quello su cui dobbiamo riflettere è perchè tutti i nemici di Kadyrov sono morti . Lui pero’ resta presidente e verso di lui non sono mai stati presi provvedimenti legali. Il suo potere si basa anche sull’aiuto che gli viente dato da Putin”. Ieri a Grozny ai funerali della giornalista tante le donne cecene presenti. Proprio per i loro diritti Natalia Estemirova aveva sempre combattuto cosi’ come aveva sempre combattuto per denunciare i crimini impuniti e i soprusi in Cecenia.