ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I supermercati britannici vogliono la pensione per il sacchetto di plastica

Lettura in corso:

I supermercati britannici vogliono la pensione per il sacchetto di plastica

Dimensioni di testo Aa Aa

Sacchetti di plastica sempre più vicini alla pensione, nel Regno Unito. Un gruppo di sette supermercati britannici è quasi riuscito a raggiungere un obiettivo, stabilito su base volontaria, di ridurre del cinquanta percento il numero delle borse distribuite ai clienti. A fronte di una media europea che si aggira intorno ai 13 miliardi di buste utilizzate ogni anno, secondo il governo di Londra, rispetto al 2006, i sette sono passati da 870 milioni a 452 milioni.

Qualcuno vede il bicchiere mezzo vuoto, altri mostrano ottimismo. “La cosa principale è che ci siamo avvicinati assai all’obiettivo – dice Richard Swannel, del programma governativo Wrap. Nei prossimi dodici anni – aggiunge – terremo sotto controllo i progressi fatti per capire fino a che punto si può arrivare”. Tutto è partito nel 2007 dalla cittadina di Modbury, nelle colline del Devon, col rifiuto di alcuni negozianti di distribuire ai loro clienti sacchetti di plastica. Una normativa europea prevede che entro il 31 dicembre di quest’anno le buste di plastica per la spesa in polietilene dovranno essere sostituite da più ecologici sacchetti biodegradabili.