ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un britannico giudicato colpevole di preparare attentati razzisti

Lettura in corso:

Un britannico giudicato colpevole di preparare attentati razzisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Stava preparando attentati razzisti in Gran Bretagna. Neil Lewington, 43 anni, è stato riconosciuto colpevole da un tribunale di Londra di pianificazione di atti terroristici, detenzione di esplosivi e di altri cinque capi d’accusa previsti dalla legge antiterrorismo.

Matthew Feldman, esperto di gruppi estremisti, commenta: “È come un campanello d’allarme per i britannici, non solo, credo, perché questa persona intendeva commettere delitti violenti contro coloro che considerava non britannici, ma perché è la prova che il Ku Klux Klan, la più longeva organizzazione razzista, sta per così dire aprendo succursali qui in Inghilterra”. Lewington è stato arrestato per caso lo scorso novembre, per molestie. In seguito al ritrovamento di due ordigni incendiari nel suo zaino, era stata perquisita la sua stanza, a Reading, dove era emersa una vera e propria fabbrica di esplosivi, oltre a materiale di ispirazione neonazista. La sentenza sarà pronunciata l’8 settembre. Il suo avvocato ha cercato di presentarlo come un “idiota immaturo e alcoolizzato che cercava di compensare con le sue fantasticherie una vita piuttosto triste”.