ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sono agenti segreti i francesi rapiti in Somalia

Lettura in corso:

Sono agenti segreti i francesi rapiti in Somalia

Dimensioni di testo Aa Aa

I due francesi rapiti stamane nell’hotel Sahafi di Mogadiscio, in Somalia, erano “consiglieri del governo”. Questa la nota diffusa dal ministero degli esteri francese.

Inizialmente si era parlato di due giornalisti, ma si è diffusa rapidamente una seconda versione che li identificava come agenti dei servizi segreti. Un testimone: “Ero nell’hotel al momento del sequestro. Ho visto un miliziano puntare l’arma verso due stranieri. Si erano registrati all’hotel come giornalisti francesi. Più tardi si è saputo che erano militari venuti in Somalia per formare le forze governative”. La natura della loro missione è stata confermata anche da un alto responsabile somalo sotto anonimato. Il portavoce di una milizia islamica filogovernativa ha dichiarato che i sequestratori sarebbero dei soldati ammutinati delle forze regolari. Gli insorti islamici, che controllano quasi tutto il sud del paese, hanno lanciato una violenta offensiva contro l’esercito lo scorso sette maggio. Tre mesi di violenze hanno fatto almeno 350 morti, 1.500 feriti e oltre 200 mila profughi. La guerra che oppone Corti Islamiche a forze governative dal 2006 è costata la vita a 18 mila persone.