ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Srebrenica ricorda il genocidio

Lettura in corso:

Srebrenica ricorda il genocidio

Dimensioni di testo Aa Aa

Celebrata oggi a Srebrenica la commemorazione delle oltre 8000 vittime del genocidio del luglio 1995.

A migliaia si sono radunati nel cimitero alle porte della città. Qui, sotto la pioggia, si sono tenuti i funerali di 534 vittime identificate con il test del Dna, mentre alcune migliaia ritrovate nelle 70 fosse comuni sono ancora senza nome. L’11 luglio 1995 dopo due giorni di bombardamenti Srebrenica fu conquistata dalle truppe serbo-bosniache del generale Ratko Mladic. Nonostante l’Onu avesse dichiarato Srebrenica zona protetta, oltre 8000 persone furono uccise nel piu’ grave massacro avvenuto in Europa dopo la seconda guerra mondiale. Se Mladic è ancora in fuga, l’ex leader serbo Radovan Karadzic è stato catturato il 21 luglio dello scorso anno alla periferia di Belgrado. L’autoproclamato presidente dei serbi bosniaci è accusato dal Tribunale dell’Aja di genocidio e crimini di guerra. Karadzic ha respinto le accuse e ha affermato di avere negoziato con il diplomatico americano Richard Holbrooke, mediatore degli accordi di Dayton, la propria immunità in cambio del ritiro dalla vita pubblica. Il processo potrebbe iniziare entro l’autunno.